Società Italiana di Musicologia
XXI Convegno annuale SIdM / XXI Annual Conference of SIdM PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Domenica 20 Luglio 2014 21:24

 

Verona

Conservatorio di musica “Evaristo Felice Dall’Abaco”

17-19 ottobre 2014

Programma provvisorio

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Luglio 2014 18:51
 
Buon compleanno SIdM! PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Venerdì 28 Febbraio 2014 02:32

Il 29 febbraio 1964, a Milano, veniva fondata la Società Italiana di Musicologia, che colse l’eredità dell’Associazione dei musicologi italiani chiusa nel 1942. Per festeggiare l’importante anniversario, il Consiglio Direttivo ha deliberato di offrire, non solo ai Soci bensì all’intera comunità degli studiosi, la prima annata della Rivista Italiana di Musicologia (1966, vol. 1 e vol. 2) in formato digitale (pdf), che costituisce il primo elemento del progetto – di imminente realizzazione – volto a consentire ai Soci la fruizione online delle annate 1-45 (1966-2010) della Rivista.

In questi cinquant’anni la SIdM ha vissuto momenti di alterna fortuna, anche a causa di variabili disponibilità economiche, ma è sempre stata un imprescindibile punto di riferimento per musicologi, studiosi dell’area umanistica, musicisti e appassionati di musica particolarmente curiosi. Le sue pubblicazioni e quelle patrocinate, periodiche o meno, hanno ospitato saggi a firma di nomi illustri e di giovani promesse della Musicologia italiana e internazionale, così come i convegni organizzati sotto la sua egida, contribuendo a rafforzare la diffusione e il peso di questa disciplina anche in ambito accademico. Non sono mancate le discussioni, le contrapposizioni, le diaspore, i mugugni, le riappacificazioni, insomma i soliti problemi che ogni istituzione nel corso dei decenni deve affrontare e superare, pena la decadenza. Ma non sono neppure mancati, né mancano, momenti di grande soddisfazione per progetti condotti felicemente in porto, importanti riconoscimenti internazionali, prestigiose pubblicazioni realizzate, operando anche in disprezzo delle disponibilità economiche, ossia producendo il massimo anche con mezzi minimi, regola aurea in questi ultimi anni.

Il merito, tutt’altro che secondario, è dei Soci, che, numerosi, hanno creduto in questa istituzione e l’hanno sostenuta anche nei momenti meno felici. Ed è grazie a loro che la SIdM continua ad operare, a produrre, a collaborare con altri istituti, aprendosi con grande disponibilità ai giovani studiosi e offrendo loro la possibilità di farsi conoscere nell’ambiente musicologico. La SIdM ha anche prontamente accettato la sfida tecnologica, approfittato delle opportunità offerte dal web nel velocizzare i rapporti con i soci e di fornire loro servizi impensabili fino a solo dieci anni fa e inimmaginabili in quel lontano febbraio del 1964.

Buon compleanno SIdM!

 

Francesco Passadore

 

Guido Salvetti, Tutta un'altra storia, Classic Voice, febbraio 2014 (n. 177)

Ultimo aggiornamento Venerdì 28 Febbraio 2014 02:55
 
Petizione della Comunità Internazionale degli Studiosi e dei Musicologi al Presidente della Repubblica Italiana Onorevole Signor Dr. Giorgio Napolitano e al Ministro per i Beni Culturali Onorevole Signor Dr. Dario Franceschini PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Mercoledì 26 Febbraio 2014 21:53

La Comunità internazionale degli Studiosi e dei Musicologi ha appreso che alcune prestigiose istituzioni italiane dedite da decenni ad attività di ricerca, studio e promozione culturale nel settore della musica, note e stimate in tutto il mondo, sono state recentemente escluse dal contributo annuo che lo Stato italiano, tramite il Ministero per i Beni Culturali, Direzione Generale per i Beni Librari, gli Istituti Culturali e l’Editoria, ha concesso loro nel corso di più decenni.

Si tratta, in particolare, della Società Italiana di Musicologia, che riunisce quasi mille iscritti italiani e stranieri, dediti ad attività connesse con la cultura musicale e musicologica, con al proprio attivo un periodico internazionale e prestigiose collane di studi.

Della Fondazione Giovanni Pierluigi da Palestrina, unica al mondo, che dal 1975 promuove ricerche, convegni e concerti nel settore specifico della musica corale e della polifonia rinascimentale, con sede a Palestrina in edificio cinquecentesco demaniale e dotazioni di biblioteca e attrezzature scientifiche aperte al pubblico.

Dell’Istituto Italiano per la Storia della Musica, (di istituzione governativa) attivo fin dagli anni Trenta, e noto per aver editato gli Opera Omnia di Palestrina, Carissimi, Scarlatti, Boccherini e Paganini.

Dell’Istituto di Bibliografia Musicale, con sede, biblioteca e attrezzature di ricerca nella Biblioteca Nazionale Centrale di Roma, attivo nella catalogazione e valorizzazione delle fonti manoscritte e a stampa antiche, e tra i principali artefici della banca dati informatica statale della Musica (SBN-SBL) nell’ambito del Catalogo Unico delle Biblioteche Italiane.

Del Centro Studi sull’Ars Nova Italiana del Trecento (Certaldo), che da decenni svolge un denso programma didattico e di ricerca sulla musica medievale Italiana.

Della Fondazione Italiana per la Musica Antica che dagli anni Sessanta ha fatto opera di diffusione della musica antica e della prassi musicale d’assieme.

Dell’Associazione Recercare che svolge attività di ricerca biografica sui musicisti dei secoli XV-XX.

Tutte queste prestigiose realtà, sorte con esclusivi scopi culturali, e operanti grazie all’opera di volontariato di appassionati studiosi, dal dopoguerra ad oggi hanno svolto un lavoro altamente qualificato, facendo recuperare all’Italia un posto di primo piano nel mondo.

Il Ministero per i Beni Culturali ha aiutato fino a due anni or sono queste istituzioni con contributi economici assai modesti, ma essi in ogni caso rappresentavano un segno di attenzione, apprezzamento e sostegno. L’aver negato ora anche i 2000 euro annui (!), assegnati fino a due anni fa ai citati istituti, suona come segnale grave e preoccupante, che fa presagire la loro definitiva esclusione dal novero delle istituzioni culturali italiane. Nonostante anche la Musica con la sua valenza non solo artistica, ma anche storico-culturale e filologica sia ben radicata tra le discipline artistiche, e sia depositaria di un patrimonio bibliografico e codicologico di antica tradizione.

La Comunità internazionale degli studiosi e dei musicologi, si appella pertanto a Lei, onorevole Presidente Giorgio Napolitano, e a Lei onorevole Ministro Dario Franceschini, affinché con provvedimento straordinario o con apposita leggina i sopra menzionati Istituti, attivi in ambito italiano, ma con contatti operativi con moltissime analoghe realtà europee e internazionali, possano essere di nuovo annoverati e inseriti nella Tabella degli Istituti culturali Italiani, ammessi a contributo straordinario.

Nella certezza che al presente appello verrà data attenzione, si porgono distinti ossequi

 

 

Scarica e stampa il Testo della petizione in formato PDF, da rispedire per mail o posta a:


Ibimus
Istituto di Bibliografia Musicale
Biblioteca Nazionale centrale Vittorio Emanuele II
Viale castro Pretorio 105
00185 Roma
Tel. 06 491325
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Ultimo aggiornamento Mercoledì 26 Febbraio 2014 22:08
 
Rivista Italiana di Musicologia PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Venerdì 17 Settembre 2010 18:12

copertina Rivista Italiana di Musicologia

Periodico della
Società Italiana di Musicologia
Fondata nel 1966-

È uscito ed è in distribuzione il volume 49/2014.
Leggi il sommario!

LEGGI ON-LINE!

Vuoi leggere la «Rivista
Italiana di Musicologia»
ma non sei
ancora Socio? Ecco come associarsi.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 22 Maggio 2014 23:46
 
Fonti Musicali Italiane PDF Stampa Email
Scritto da Administrator   
Venerdì 17 Settembre 2010 21:47

copertina Fonti Musicali Italiane

Periodico di
ricerca musicologica
1996-

È stato pubblicato in versione elettronica il volume 18/2013 di Fonti Musicali Italiane; è di imminente pubblicazione il volume cartaceo.

LEGGI ON-LINE!

Leggi sommario e abstract!

Vuoi leggere «Fonti Musicali Italiane» ma non sei ancora Socio? Leggi i saggi in open access disponibili in ogni numero!

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Luglio 2014 18:47